Tag Archives: scuola di alchimia

Spiritualità

GURU VERSUS DIRETTORE DI SCUOLA

In alchimia non è corretto parlare di insegnante o di vere e proprie lezioni lo si fa per semplificazione. Non si può correttamente parlare di divulgazione poiché non c’è un contenuto ben definito o definibile da divulgare. La scienza alchemica è come il mercurio ossia sfugge, è intangibile, fluttua e si modifica continuamente. Chi si accosta ad una scuola di alchimia deve saper che non incontrerà la solita lezione in cui prenderà appunti e basta. L’allievo è responsabile e protagonista in quanto la gran parte del lavoro è a suo carico.

C’è qualcosa di differente vero?

Continua a leggere
Spiritualità

LE PIU’ ALTE ENERGIE VS LE INFIME

Come si fanno a trasmutare le nostre basse energie?

Leggi questo passo:

Giusto sarebbe invece, seguire l’esempio dei saggi, che, come dice il « Kybalion », si servono della legge contro le leggi, di ciò che è più in alto contro ciò che è più in basso, e grazie all’alchimia, tramutano « quel che è indegno in degno e desiderabile, e giungono così al vero trionfo ».

Evitiamo quindi la mezza saggezza, (che equivale a follia) che non fa rendere conto che, la più alta saggezza, non consiste di sogni abnormi, visioni fantastiche, strani sistemi di vita; bensì d’impiego delle più alte energie contro le infime, «sottraendosi così ai dolori dei piani più bassi, con vibrazioni su quelli più alti». Non dimentichiamo che «la trasmutazione è l’arma del maestro, non sciocca negazione».

Tratto da: Il Kybalion

Continua a leggere
Risveglio di coscienza Senza categoria

Alchimia: punto di riferimento interiore

Sono circa 25 anni che mi occupo del mio sviluppo spirituale e durante questi lunghi anni ho incontrato e sperimentato molti percorsi. Molti anni fa ho incontrato la Gestalt e l’ho percorsa attraverso la psicoterapia. Successivamente lo Yoga. Poi mille altre tecniche compresa la PNL. Circa 6 anni fa sono venuto a contatto con i processi dell’Alchimia e sono rimasto letteralmente affascinato. La sensazione che ho provato è stata quella di ricordare qualcosa che già conoscevo nel mio profondo. Ne avevo sentito parlare e l’idea che mi evocava era quella di una filosofia astratta e lontana nel tempo.

Continua a leggere