Spiritualità

I passi necessari per lavorare sulle credenze sabotanti

0

Hai mai sentito parlare di credenze? Non sto parlando delle credenze della cucina (a volte viene fatta questa stupida battuta).. ma di ciò in cui credi. Che “credimi” (scusa il gioco di parole) sta dirigendo la tua vita.

Sai su questo argomento mi sono veramente rotto la testa ed a volte mi è sembrato di non venirne mai a capo.. ma credo di aver trovato il filo. E ti voglio offrire le soluzioni.

SEGUIMI CON PAZIENZA

Credo di aver cominciato a studiare l’argomento delle credenze circa 10 anni fa, studiando un numero enorme di fonti, riflettendo, redigendo decine di pagine di appunti, parlandone in tanti corsi.

Mai argomento è stato così complesso, interessante e coinvolgente e a impatto così forte sulle nostre esistenze.

C’è un libro molto affascinante sull’argomento di un autore che stimo molto: Gregg Braden La guarigione spontanea delle credenze. Mentre studiavo per la sesta o settima volta il libro mi sorgeva una domanda: ma noi abbiamo necessariamente bisogno di credenze? La risposta è stata dentro di me: è inevitabile.

La mente di un bambino fino a 6 anni è carta bianca e non ha bisogno di credenze per sopravvivere. Ma poi il cervello si irrigidisce in una personalità e allora le credenze diventano uno strumento strutturale inevitabile.

Noi viviamo di credenze. Lo sapevi?

Partiamo p.e. da un’azione quotidiana banale come per esempio guidare la macchina fino all’autostrada. Noi abbiamo una serie di aspettative certe: che la macchina ci porti fino all’autostrada con un certo percorso, e che pagando il casello autostradale ci sia un casello in cui ci viene richiesto un pedaggio etc. Questo è uno schema di fiducia persistente e resistente. Fino a quando arriva un impedimento che mette in crisi il nostro schema, e noi diamo in escandescenze e cerchiamo di riparare riportando l’andamento delle cose verso la realtà che noi ci siamo fino ad allora aspettati.

Il mondo deve andare come noi pensiamo sia giusto”

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Pensiamo di non poter lasciare andare questo attaccamento altrimenti potremmo soffrire come cani! Quando le cose non vanno in maniera congruente alle nostre credenze ci sembra di morire, di lasciare andare un pezzo di noi stessi..

Le credenze non sono un male in sé ma la rigidità e l’attaccamento che c’è dietro a crearci danni. E la situazione sembra aggravarsi quando quelle credenze sono proprio nocive per noi, creandoci danni e bloccando la nostra esistenza. Oggi ci è richiesto un salto di paradigma in tal senso. Ci è richiesto di tornare bambini dopo un viaggio di saggezza ed essere totalmente disponibili a cambiare le nostre credenze in base agli obiettivi di vita, agli eventi, al mondo che cambia. Come facciamo a non cambiare noi se tutto intorno sembra cambiare.

C’è una parola chiave per descrivere questo processo di apertura incondizionata alla vita:

ACCETTAZIONE

parola semplice da pronunciare ma difficilissima da applicare, confermi?

Ma come faccio a cambiare le mie credenze? Ecco la domanda che il 99,99% delle persone si pone, domanda legittima, che ha bisogno di una risposta complessa.

Ma prima voglio scriverti a caratteri cubitali:

NON ESISTE LA BACCHETTA MAGICA ESISTE IL LAVORO SU DI SE’

Gregge Braden ci dice che due possono essere le possibilità:

  • approccio logico razionale
  • miracolo.

Io aggiungo che uno scopo di vita elevato, scomodo, potente ci costringe a modellare le nostre credenze. Forse possiamo anche qui chiamarlo miracolo?

Quindi i passi necessari per poter lavorare in maniera incisiva sulle nostre credenze sono:

  • Avere consapevolezza di quali siano le credenze che lavorano all’interno del nostro subconscio e condizionano le decisione e le azioni di vita. Il mio personalissimo consiglio è di cominciare a lavorare proprio su quelle aree della nostra esistenza in cui abbiamo maggiori difficoltà a realizzarci. Quelle aree in cui sembra che si ripeta fatalmente un destino già scritto.

    Faccio un esempio pratico, in campo sentimentale sembra che la mia vita non abbia pace, trovo sempre la stessa tipologia di partner e quel rapporto dopo qualche mese subisce lo stesso andamento dei precedenti. Sembra tutto già scritto. In questo caso serve una forte inversione di energia. Occorre svegliarsi da questo sogno (o meglio incubo) e portare alla luce ciò che è nascosto. Quali pensi che siano le credenze che ti stanno sabotando? Scrivile sotto questa forma: “io credo che un rapporto sentimentale sia..”. Scrivi senza sosta ed osserva senza giudizio ciò che emerge. Avrai delle sorprese.

  • Accettare il fatto che ciò che hai sempre creduto fino ad oggi su te stesso e sulla vita possa mutare. Offriti la disponibilità a guardare il mondo sotto una prospettiva più malleabile e flessibile. Rilascia gli attaccamenti alle tue verità e la tua vita comincerà a riplasmarsi. Concediti la libertà di riprogrammarti con consapevolezza. Approfitta delle tue crisi per aprirti all’ignoto.

  • Datti uno scopo di vita elevato che possa essere un motore potente verso la via di una rivoluzione interiore. In qualche modo quello scopo diverrà il pretesto per trasformare tutto ciò che abbiamo creduto sino ad oggi del mondo e di noi stessi. Credo che non ci sia leva di trasformazione più potente. Osa nell’immaginare non limitarti e non farti superare dalle tue limitazioni mentali, perché tutto è possibile.

Ti è piaciuto questo post? Perché non lo fai conoscere ai tuoi amici condividendolo su Facebook? Vuoi commentarlo? E’ molto importante la tua opinione..

Lascia un tuo commento

commenti

Lascia un tuo commento

Luigi Miano
Luigi Miano
Life e Spiritual Coach, ricercatore nel campo dell’evoluzione e della consapevolezza dell’essere umano. E’ impegnato da anni, nello studiare e mixare conoscenze di ogni epoca e provenienza e creare percorsi divulgativi e di liberazione interiore accessibili a chiunque. E' dotato di forte senso pratico e la sua missione è quella di fornire strumenti di applicazione quotidiana. Il suo è un linguaggio semplice, ricco di metafore ed accessibile a molti. Autore di 3 libri e un e-book.
Potrebbero anche interessarti
Come trovare la fonte dell’abbondanza (in ciò che si fa e si è)
LE NUOVE “STRANE” REGOLE DELLA RICCHEZZA (parte 1)
4 Commenti
  • Anna Billi Lug 18,2016 at 17:19

    Giusto,come facciamo a non cambiare se tutto intorno a noi sta cambiando,sono cosciente del grande lavoro da fare su di me,grazie!

  • Pasquale Di Guglielmo Lug 15,2016 at 13:56

    si, daccordo con te. Mi piace l’impostazione e la soluzione semplice che gli dai. Spesso si propongono soluzioni e analisi troppo complicate. Ritornare bambini ma solo dopo una presa di coscienza

  • Anna Lucia Garbuggio Lug 14,2016 at 21:31

    Grazie mille

Lascia un tuo commento

Il tuo Commento

Your Name*
Your Webpage

SCARICA GRATIS L'EBOOK
7 PASSI VERSO UN NUOVO MONDO

L' ebook che ti rivela gli unici segreti che devi conoscere per iniziare a costruire il tuo nuovo mondo sin da subito!

Digita la tua email
Digita il tuo nome
x