Risveglio di coscienza

Meditazione sulla morte e l’arte di morire “bene”

0

Amico/a della Nuova era ciao.

Se si è nel percorso della Grande Opera prima o poi bisogna seriamente affrontare la questione della morte. Per un risvegliato e iniziato la morte occupa un ruolo centrale in quanto il primo obiettivo è riuscire a morire in vita. Le riflessioni sulla morte, le meditazioni, il significato esoterico e profondo della morte dovrebbero essere al centro dei nostri pensieri proprio durante le operazioni della GRANDE OPERA. Affrontando tutti i nostri fantasmi e le paure che ci assalgono. Nella nostra società occidentale l’idea della morte crea una reazione di rifiuto e orrore. Non è contemplabile, non può essere pronunciata la parola e si cercano parole sostitutive (è andato, è volato in cielo, non è più con noi). Io sarò molto più crudo e diretto. Perdonami ma è il modo credo più efficace per affrontare la questione.

Questa società cerca la vita o almeno l’illusione della vita a tutti i costi. L’immortalità che cerca la società occidentale non è di certo l’immortalità cercata dai grandi alchimisti. E’ soltanto la paura di lasciare andare il possesso materiale e l’identificazione. 

Voglio raccontarti un episodio accadutomi proprio il giorno della vigilia di Natale. Andavo con mio figlio a comprare qualche cosa al supermercato. Proprio nei pressi del supermarket e davanti al bar di zona c’erano due ambulanza e tante persone.  Curioso mi sono avvicinato. C’era una persona di mezza età sdraiata a terra con il personale medico e paramedico intorno. Era l’ultimo atto della sua esistenza. Quell’uomo non ce l’aveva fatta: forse un infarto non so. Lo stavano coprendo e quella vita fisica se n’era andata come un alito di vento. Vicino al corpo i parenti disperati. In particolare ho incrociato gli occhi della figlia inconsolabile. Ho provato una enorme compassione. Ho detto un paio di preghiere, ho fatto meditare mio figlio sulla morte e sono andato via. Era da molto che non vedevo un cadavere.

Andando verso casa riflettevo sul significato di una morte così improvvisa. Una persona che si alza il 24 dicembre convinta di festeggiare con la famiglia. Va al bar, esce e dopo 4 minuti non c’è più. La sua esistenza è spazzata via. I figli, convinti di trascorrere con il padre la vigilia ora sono ai piedi di un cadavere.

Negli occhi della figlia di quell’uomo ho visto oltre alla disperazione, L’INCREDULITA’ . NON avrebbe mai pensato potesse accadere qualcosa del genere e in più il giorno della vigilia di Natale!

Questa è la vita e questa è la morte! La precarietà di una esistenza materiale che può essere spazzata via in pochi secondi. Più nel sonno avrai vissuto e maggiormente la morte ti coglierà impreparato/a. Morire sarà allora come vivere. Inconsapevolmente. 

MEDITIAMO INSIEME

A questo punto possiamo iniziare la nostra meditazione sul significato della morte. Hai mai riflettuto seriamente sulla morte? Hai mai meditato sulla morte dei tuoi cari? Sulla tua morte? Hai mai visualizzato il giorno della tua morte? Non fare scongiuri è una pratica seria. I monaci buddisti meditano al fianco del cadavere dei loro fratelli giorni interi (ottima pratica di consapevolezza).

Queste pratiche fanno si che la morte non ti prenda alla sprovvista in quanto l’hai contemplata, metabolizzata, accettata. L’ACCETTAZIONE DELL’IDEA DELLA MORTE è il primo passaggio fondamentale verso il completamento del percorso dell’immortalità dell’anima. 

Sei pronto ad accettare l’idea della morte dei tuoi cari già oggi? Se non lo sei dovrai cominciare seriamente a rifletterci. Cosa provoca in te l’idea della morte? Riflettici e scrivi le tue riflessioni.

Vorrei puntualizzare questo: la morte sta alla vita come la vita sta alla morte. L’una e l’altra si intrecciano inestricabilmente. Se non accetti la morte non stai accettando la vita. NON  rifiutarti di contemplare questa idea. Pensa all’idea che ogni cosa in questo mondo ha un termine. La tua vita ha un termine, i tuoi progetti hanno u  termine, i tuoi soldi. Tutto ha un termine. 

Sai cosa pensa l’antica alchimia del passaggio dalla vita alla morte di un’anima? Che non è per nulla scontato perché quest’anima bisogna costruirla. Se non hai mai fatto pratiche di consapevolezza, di osservazione, di alchimia interna non hai ancora costruito un’anima immortale che possa proseguire in altre vite il suo viaggio terreno. Morire con consapevolezza significa aver costruito un corpo dell’anima (o corpo di gloria).

Sai che l’origine di tutte le nostre paure, fobie, dubbi nasce dalla grande PAURA DELLA MORTE? Vinta la paura della morte potrai vincere tutte le altre paure.

Il nostro mondo materiale vive continuamente con la paura e l’angoscia della morte e fa di tutto per sfidarla. Come la sfida? Attraverso l’accentuazione dei legami con la materia: sesso, cibo, possesso, potere, dipendenze. Più questi legami diventano forti e identificati e maggiormente aumenterà la paura della morte.

SAI UNA COSA FONDAMENTALE? DOBBIAMO IMPARARE A MORIRE IN VITA!

Si morire in vita, hai compreso bene. Per morire in vita dobbiamo praticare il distacco dal nostro Io biografico e da tutto ciò che significa. Distacco da tutte le identificazioni della personalità: ricordi del passato, ruoli, possessi, credenze e idee. Non è semplice perché quando inizierai a praticare questo la personalità si rivolterà. Durante questo processo ti sentirai perduto, disorientato, smarrito, confuso.

Se non sai da che parte iniziare e vuoi farlo con una guida esperta e in ambiente protetto puoi iniziare con noi il 19 gennaio: Scuola di Alchimia Pratica

Ti aspettiamo

Luigi

Lascia un tuo commento

commenti

Lascia un tuo commento

Luigi Miano
Luigi Miano
Life e Spiritual Coach, ricercatore nel campo dell’evoluzione e della consapevolezza dell’essere umano. E’ impegnato da anni, nello studiare e mixare conoscenze di ogni epoca e provenienza e creare percorsi divulgativi e di liberazione interiore accessibili a chiunque. E' dotato di forte senso pratico e la sua missione è quella di fornire strumenti di applicazione quotidiana. Il suo è un linguaggio semplice, ricco di metafore ed accessibile a molti. Autore di 3 libri e un e-book.
Potrebbero anche interessarti
La scuola nel mondo di oggi: ecco il progetto parte 1
Come accedere al dono dell’intuizione in 7 fasi
4 Commenti

Lascia un tuo commento

Il tuo Commento

Your Name*
Your Webpage

SCARICA GRATIS L'EBOOK
7 PASSI VERSO UN NUOVO MONDO

L' ebook che ti rivela gli unici segreti che devi conoscere per iniziare a costruire il tuo nuovo mondo sin da subito!

Digita la tua email
Digita il tuo nome
x