Risveglio di coscienza Salute e guarigione

L’umanità ha il cancro. Come potrà guarire.

Amico/a del Nuovo Mondo ciao.

Questo mio post, dal titolo volutamente provocatorio, è particolarmente complesso nella sua esposizione ma come è nel mio stile cercherò di rendere l’esposizione comprensibile alla maggioranza.

Due premesse:

  • Questo post nasce dall’osservazione dei fatti accaduti da febbraio 2020 al luglio 2021. Fatti sconvolgenti, a tratti incomprensibili e che lasciano sgomenti. Ma dal punto di vista esoterico tutto ha una spiegazione che può placare l’ansia e la paura;
  • Il post che stai per leggere trae spunti dai meravigliosi lavori del Dr. Rudiger Dahlke che mi ispira da tanti anni.

In cosa consiste il cancro sul piano cellulare?

Si sviluppano e si differenziano gruppi di cellule che si muovono in maniera caotica e disordinata. Prolificano, occupano territori e aggrediscono cellule sane in maniera completamente abusiva e violenta. Queste cellule si comportano come embrionali e indifferenziate (senza alcuna specializzazione). Non rispettano i confini delle altre e le caratteristiche di specializzazione. Strabordano prese da una insaziabile sete di potere. Sembrano comportarsi come quei bambini viziatissimi che vogliono per sé tutti i giocattoli degli altri senza alcuna forma di  rispetto. Sono cellule autarchiche che rinunciano al compito normale di una cellula (la respirazione). Le cellule cancerogene non solo si estendono alle cellule sane ma le fagocitano, tendono ad inglobarle.

 

La cellula cancerogena si potrebbe affermare che ritorna ad uno stato primitivo: non partecipa alla vita comune e alla salubrità dell’intero corpo. Non si interessa della vita comune e trangugia senza restituire tutto ciò che possa darle energia. COMPORTAMENTO TOTALMENTE EGOISTA.

Per le cellule cancerogene non ci sono limiti, non ci sono confini. 

 

Cosa può favorire il cancro dal punto di vista funzionale?

Sicuramente le cellule sane ricevono una pressione continua dovuta a fattori esogeni ed endogeni. Questa pressione mette alla prova le cellule fino a quando può accadere che alcune di esse degenerino andando per la propria strada. Ciò che favorisce questo evento è un indebolimento delle difese immunitarie.

La cellula cancerogena riassumendo è:

  • caotica e si moltiplica senza una vera propria funzione biologica
  • non comunica con i vicini, non li rispetta e li fagocita
  • occupa i centri nevralgici di difesa
  • si arroga il diritto del più forte e sacrifica l’accesso al modello delle strutture adulte
  • ha pretese di immortalità, egoismo e onnipotenza non rendendosi conto che sta per distruggere l’intero organismo

Come può generarsi una malattia di questo tipo in un individuo sano?

Ora viene la parte più complicata soprattutto per chi non è abituato ad avere a che fare con la simbologia, con la medicina sul piano dei significato dell’anima. Ma è la parte più significativa.

Il paziente malato di cancro vive una vita inconsapevole convinto di essere sano. Intanto il suo sistema immunitario viene messo costantemente alla prova. Il paziente è veramente “paziente” perché in nome di una certa diligenza e senso del dovere viola la sua sacralità e senso del sé. Si tratta di persone adattate completamente al sistema sociale, senza alcuna pretesa di evoluzione interiore, schiacciate dall’anonimato, timorose di esprimersi se non nei consueti canoni dettati dalle regole del sistema. Sono piatti, fermi e non ricercano nuove sensazioni ed esperienze.

La coscienza si chiude fino all’inverosimile e visto che la vita è fata di poli opposti che si completano si apre il corpo abbassando completamente le difese immunitarie. Quindi, ciò che non accade al livello della coscienza avviene nel corpo. 

Le cellule cancerogene sono un precipitare nel corpo della energia repressa a livello inconscio. Esse fanno da contraltare alla staticità della coscienza del malato. Inoltre il malato di cancro è generalmente colui che si addossa tantissimi oneri mettendo spesso al centro le esigenze altrui e sacrificando le sue. La cellula tumorale ricorda questa esigenza di autonomia embrionale, fino a giungere alla voracità di acquisizione dei territori.

 

Cerchiamo ora di trasporre questi simboli molto interessanti all’intero collettivo umano.

La società capitalistica nel suo andamento vorace si è sicuramente comportata da cellula tumorale: ha ignorato i limiti naturali, ha abbattuto tutte le barriere, consumato le risorse oltre l’inverosimile. Insomma gli esseri umani a causa della loro inconscienza e voracità stanno mettendo a repentaglio la loro stessa sopravvivenza. Questo comportamento tumorale è una enorme proiezione di coscienza di simboli repressi nell’inconscio collettivo.

Negli ultimi due anni la psico-pandemia ha rivelato degli schemi ancora più interessanti.

C’è un gruppo ristretto di entità/esseri che ritiene gli esseri umani pericolosi per il pianeta e le sue risorse. Quindi li ritiene una minaccia anche per la loro gestione delle risorse della terra. Questi esseri/entità detengono tutto il potere materiale e le risorse della terra e vorrebbero continuare ad usufruirne in santa pace. C’è un piccolo dettaglio: ci sono circa 7 miliardi e mezzo di esseri umani in più!

Questi esseri/entità ritengono quindi gli esseri umani dei tumori della terra e cosa decidono di fare con un piano strategico che ha qualche secolo? Decidono di comportarsi con essi da cellule tumorali: devastano i loro territori, li inglobano, li schiavizzano, li uccidono. Perché loro sentono di essere i padroni della Terra e sono affetti da una sindrome megalomane. Per fare succedere tutto questo avevano soltanto bisogno di una giustificazione molto forte. La hanno trovata!

Cosa strana vero? Degli esseri che ritengono gli umani responsabili della devastazione delle risorse della terra (che pensano si comportino da cellule tumorali) che decidono di risolvere la situazione comportandosi da cellule tumorali ancora più aggressive. Tutto questo a cosa porterà?  All’estinzione dell’essere umano.

Se giochiamo agli specchi vedremo che c’è un gioco di proiezioni all’infinito dovuto alla enorme repressione spirituale degli esseri umani.

Non possiamo esclusivamente prendercela con queste entità demoniache che si comportano da cellule primitive. Dobbiamo con onestà invitare i lettori e gli esseri umani a guardare dentro di sé e ricercare tutti i principi primi soppressi. L’essere umano deve scrollarsi di dosso questa atavica “normopatia” ed iniziare ad esprimere sé stesso nei suoi contenuti animici.

L’essere umano deve attraversare una redenzione di questa enorme ombra che continua a proiettare. L’evoluzione fa parte del suo tragitto terreno e non può accantonarla perché finirà nell’ombra e precipiterà nella materia. Ad un certo punto diverrà talmente mostruosa da proiettare dei demoni che attraverso una falsa pandemia possono devastare gli esseri umani. Questi mostri sono le ombre che agitano l’animo della gran parte degli esseri umani.

Gli esseri umani hanno ignorato per troppo tempo i significati spirituali della vita e si sono concentrati sull’effimero. Essi hanno represso tutte le loro istanze aggressive relegandole nell’ombra. Hanno perso le doti dell’anima: sensibilità, intuizione, empatia, apertura del cuore. Quello che vediamo proiettato nei mostri devastatori è il contenuto proiettato inconsciamente dalla gran parte dell’umanità. Oggi, grazie alla degenerazione del Green Pass, sta venendo tutto a galla. Anche nell’ambito dei settori della spiritualità, coloro che si definiscono risvegliati, si assiste a comportamenti, parole e pensieri abominevoli.

La gran parte degli esseri umani sono malati.

In questo senso la volontà egemonica di creare una società di tipo totalitarista sta facendo emergere un desiderio fortissimo di indipendenza, di autonomia, di affermazione di sé anche attraverso dei no brutali. Qui ha inizio il processo di guarigione.

Pensa a quante regole assurde sono state imposte negli ultimi due anni. Regole assurde e repressive. In relazione ad un’umanità già malata non hanno fatto altro che amplificare gli effetti del tumore. L’individuo già normopatico lo si è voluto rendere un povero ottuso senza alcuna forma di volontà. I vaccini stanno continuando a fare questo sporco lavoro.

Inoltre, a mio parere, la comunità deve riacquistare la naturale coesistenza di tipo cooperativistico. Bisognerà abbandonare le esaltazioni megalomani di tipo egoico e mettersi a disposizione dell’intero corpo cellulare.

Sono convinto che la creazione di una società cellulare cooperativistica possa portare alla definitiva guarigione una parte dell’umanità, salvaguardando le risorse del pianeta e sgominando queste ombre che si agitano oggi come dei fantasmi. 

La Nuova Specie dei Risvegliati fa parte di questo progetto:

https://t.me/joinchat/ScG6mfMb1eU3NzNk

Un abbraccio

LUMi

 

Lascia un tuo commento

commenti

Lascia un tuo commento

Luigi Miano
Luigi Miano
LUMI Life e Spiritual Coach, ricercatore nel campo dell’evoluzione e della consapevolezza dell’essere umano. E’ impegnato da anni, nello studiare e mixare conoscenze di ogni epoca e provenienza e creare percorsi divulgativi e di liberazione interiore accessibili a chiunque. E' dotato di forte senso pratico e la sua missione è quella di fornire strumenti di applicazione quotidiana. Il suo è un linguaggio semplice, ricco di metafore ed accessibile a molti. Autore di 3 libri e un e-book.
Potrebbero anche interessarti
Come si costruisce l’intento inflessibile: il pensiero oltre ogni limite
Come uscire da una routine da incubo!
3 Commenti

Lascia un tuo commento

Il tuo Commento

Your Name*
Your Webpage

SCARICA GRATIS L'EBOOK
7 PASSI VERSO UN NUOVO MONDO

L' ebook che ti rivela gli unici segreti che devi conoscere per iniziare a costruire il tuo nuovo mondo sin da subito!

Digita la tua email
Digita il tuo nome
x