Spiritualità

Come la conoscenza giunge a noi (con lo sforzo)

0

Qualche tempo fa lessi alcune frasi di Gurdjieff (da Frammenti di un insegnamento sconosciuto) che mi lasciarono molto impressionato. Egli parlava della conoscenza come se si trattasse di qualcosa di materiale che quindi non esiste all’infinito ma è in quantità limitata. Se questa dovesse essere adeguatamente ripartita tra tutti gli abitanti del pianeta la quantità pro capite sarebbe risibile. Questo però non accade mai, in particolare nei periodi come questo in cui prevale la demenza collettiva. Sono circa 13 anni che mi occupo di insegnamento e consulenze individuali. Ho incontrato migliaia di persone e ne ho viste e sentite di tutti i colori. Le mie conclusioni sono molto simili a quelle del Maestro Gurdjieff.

Oggi è in atto una profonda speciazione ossia una specie figlia che si allontana per caratteristiche intrinseche e energie dalla specie madre. La massa appartiene alla specie madre ed è sempre più presa dai conflitti, dalle basse emozioni istintuali, dalle pressioni dell’ambiente e dall’istinto di sopravvivenza. A questa indistinta massa non importa un fico secco di conoscere. Vive d’inerzia e si lascia trasportare dalle correnti. Dagli da mangiare in abbondanza , un lavoro mal pagato, del piacere e si rabbonirà pur divenendo sempre più aggressiva. Per carità di Dio non parlargli di conoscenza. Ci sono persone che dovrebbero venire ad un mio corso (a loro dire) da 10 anni! La persona che cerca la conoscenza è pronta a qualsiasi sacrificio. Quella che utilizza la conoscenza per passatempo la mette sempre all’ultimo posto. se avanza tempo e non ho nulla da fare quasi quasi me ne vado al corso dell’Associazione. “Che dici questo fine settimana perché non ce ne andiamo a sentire qualche lezione di alchimia?”. “Si dai passo prima dall’estetista e poi possiamo andare”. La conoscenza utilizzata come tappabuchi.

Ci sono esseri umani grandiosi che hanno sacrificato la loro intera esistenza per farci giungere certe conoscenze. Esse sono sacre e bisogna avere gli occhi dell’anima per poter riconoscere il sacro. Sono devoto sinceramente nei confronti di questi grandi uomini e donne.

Quindi la conoscenza (quella esoterica) viene cercata con intenzione da pochi e si concentra molto. Gli effetti di questa conoscenza in pochissimi aumenta molto la sua intensità e efficacia. Chi assimila questa conoscenza non terrà il sapere per sé ma farà di tutto per divulgarlo ma siamo sempre alle solite: a chi interessa veramente?

Divulgo moltissimo ormai da tanti anni. Ho scritto a volte dei post in cui erano condensate delle conoscenze che da sole possono cambiare una vita intera. Eppure ho avuto la sensazione di fondo che venissi frainteso e non compreso. Non guardo i numeri, non cerco i mi piace o il riconoscimento. Non mi interessano. Continuo a divulgare. Cerco le modalità giuste. Spesso stresso i miei ascoltatori, li metto alla prova per verificare quale sia il livello di motivazione. Alcuni scappano altri rimangono per sempre.

Non esistono segreti in quanto le conoscenze sono ormai accessibili a tutti. Ho studiato e avuto accesso a informazioni incredibili che ho potuto elaborare dopo tanti anni di studio. La questione non è che manca l’informazione ma che non si fanno adeguati sforzi per cercarla. Le informazioni, le conoscenze vanno cercate, elaborate, studiate a fondo e sperimentate. E’ un viaggio interiore intenso.

La gran parte vorrebbe informazioni elaborate, digerite, accessibili. Oggi si usano molto i social, in particolare si cerca di utilizzare i video per veicolare conoscenza. Non mi piace! Il video non funziona completamente per la divulgazione delle conoscenze esoteriche. Li utilizzo anche io ma con molte riserve e con discrezione. Per quanto riguarda certe conoscenze funziona soltanto la divulgazione orale e lo scritto su carta. So che potresti non essere d’accordo con me. Come sottolinea Gurdjieff la conoscenza richiede sforzo intenso. I video banalizzano e semplificano.

Sono in contatto con diversi web marketer che si tengono costantemente aggiornati sull’impatto dei social nella comunicazione. Frequentemente mi giunge all’orecchio un allarme riguardante le nuove politiche di Facebook con cambi di algoritmi e strategie. Inizialmente mi lasciavo coinvolgere da queste vicende. Ho compreso con il tempo che chi ricerca conoscenza riesce a trovarla. Ci vuol intenzione, impegno, volontà.

Per poter accedere alla conoscenza bisogna essere pronti a pagare un prezzo anche economico. Chi fa storie sul pagamento di un corso o di un libro non conosce il valore della conoscenza e non è disposto a pagare un prezzo (anche in  termini di sacrifici). I nostri corsi hanno un costo relativamente basso (ridicolo rispetto al valore) nonostante questo c’è chi storce il naso. Quelle persone non sono pronte! Verranno al corso con i loro dubbi, non assorbiranno la conoscenza e non la metteranno in pratica. Insomma perderanno tempo. Se sei disposto a pagare un prezzo per un corso sei disposto a pagare anche lo sforzo che richiede la conoscenza. Chi riconosce il valore non dubita.

La curiosità è la leva della conoscenza. Ricordo tanti anni fa quando iniziò il mio percorso ero avido di conoscenza. Leggevo sette libri al mese. Sembravo un drogato. Tutti i fine settimana un corso. Non badavo a spese. Ero disposto a pagare un prezzo qualunque fosse. Più studiavo e più volevo sapere. Era una conoscenza più mentale che del cuore. Ricordo che completavo tutti gli esercizi proposti nei libri e poi prendevo appunti (tenendo anche un diario). Ho tanti block notes conservati in cantina con pagine e pagine di riflessioni e appunti. C’era una immensa volontà, entusiasmo e sforzo. Con il tempo ho raffinato le modalità di studio e sperimentazione. Ho perso molto meno tempo. Ho saputo riconoscere i veri insegnamenti e i veri Maestri. Ancora c’è tanta strada da percorrere.

Due sono gli elementi che ho riconosciuto essenziali lungo questo percorso di lavoro su di me:

  1. Far riferimento a persone che abbiano percorso e sperimentato le vie di cui parlano. Ormai sono in grado di riconoscere il Maestro che racconta qualcosa di realmente vissuto rispetto a quello che parla teoricamente. Non mi faccio incantare dal magnetismo o dalle emozioni di cuore fini a sé stesse. Non mi interessano gli incantatori di serpenti che cercano adulatori. Non sono adulatore e non  cerco adulatori. Basto a me stesso.
  2. Una volta appreso un nuovo insegnamento (dopo averlo elaborato) mi precipito a farne esperienza nella vita quotidiana. Chiedo sempre agli amici corsisti di fare esercizio e non accetto scuse sulla mancanza di tempo. Il tempo per andare al mare c’è sempre.. La questione centrale è incarnare gli insegnamenti fino ad essere parte integrante del sé.

Per concludere ci sono altri tre elementi fondamentali di cui dovrai tener conto:

  • Il sapere dovrà sempre essere connesso all’Essere. Non potrai ingurgitare informazioni senza farle precedere o seguire dall’allargamento del tuo Essere. ALTRIMENTI QUESTA CONOSCENZA SARA’ TEORICA E DANNOSA.
  • Il sapere connesso all’essere da luogo alla comprensione che è totale (ossia coinvolge tutti i centri).
  • Lungo il cammino, almeno come iniziazione, servirà una vera Scuola e le indicazioni pratiche di chi abbia già trascorso una parte o tutto il cammino. Almeno per una certa parte del cammino la scuola sarà un punto di riferimento e un elemento di incoraggiamento fondamentale. Noi dell’Associazione ci stiamo impegnando con il cuore da anni nel creare una Scuola su Roma.

 

Se ti è piaciuto il post e ti senti grato/a fallo girare a persone che pensi possano apprezzarlo. GRAZIE.

 

 

 

 

 

Lascia un tuo commento

commenti

Lascia un tuo commento

Luigi Miano
Luigi Miano
Life e Spiritual Coach, ricercatore nel campo dell’evoluzione e della consapevolezza dell’essere umano. E’ impegnato da anni, nello studiare e mixare conoscenze di ogni epoca e provenienza e creare percorsi divulgativi e di liberazione interiore accessibili a chiunque. E' dotato di forte senso pratico e la sua missione è quella di fornire strumenti di applicazione quotidiana. Il suo è un linguaggio semplice, ricco di metafore ed accessibile a molti. Autore di 3 libri e un e-book.
Potrebbero anche interessarti
COME NON FARSI SCHIACCIARE DALL’AMBIENTE
GURU VERSUS DIRETTORE DI SCUOLA
Nessun commento

Lascia un tuo commento

Il tuo Commento

Your Name*
Your Webpage

SCARICA GRATIS L'EBOOK
7 PASSI VERSO UN NUOVO MONDO

L' ebook che ti rivela gli unici segreti che devi conoscere per iniziare a costruire il tuo nuovo mondo sin da subito!

Digita la tua email
Digita il tuo nome
x