homeslider

Scarica subito GRATIS la guida

7 PASSI VERSO
UN NUOVO MONDO

Risveglio di coscienza Sostenibilità

Educazione? Guarda il volto del bambino!

C’è una frase bellissima di Maria Montessori che recita così: ” Una prova della correttezza della procedura educativa è la felicità del bambino“. Sinceramente quando osservi tuo figlio che esce da scuola cosa vedi sul suo volto? Raramente osservo questo ritratto della felicità. Vedo facce stravolte, stanche, annoiate, accaldate. In queste settimane sto avendo delle esperienze educative con i bambini. Queste esperienze mi hanno realmente illuminato. Mentre tornavo da una di queste giornate, come spesso mi accade nei momenti apicali della mia vita, mi sono venute in mente alcune parole di Gesù: “Qualunque cosa abbiate fatto ai più piccoli, lo avete fatto a me”.

Continua a leggere
Risveglio di coscienza Spiritualità

Come usare il tempo e non esserne usati

Amico/a del Nuovo Mondo ciao, l’argomento del post è molto interessante ai fini di un vero sviluppo interiore: il tempo come usarlo e non esserne utilizzati (sarebbe meglio scrivere fagocitati). Voglio prima raccontarti la mia personale esperienza con l’apprendimento di mio figlio Alessio che frequenta la seconda elementare. Un bambino di 6-7 anni non è realmente consapevole del tempo che scorre e di tutte le convenzioni che abbiamo creato noi umani intorno al tempo. Non sa cosa significhi essere in orario, far trascorrere un’ora oppure essere in una stagione o in un giorno particolare.

Continua a leggere
Risveglio di coscienza

Come uscire da una routine da incubo!

Amico/amica del Nuovo Mondo ciao, hai trascorso anche oggi la solita giornata di routine? Sveglia presto, al lavoro nel traffico, solite facce al lavoro, il caffè, le pratiche da sbrigare. E poi accompagna i figli in palestra o al calcio. Cucina, stira, lava. Che PA..LE! Vero? Pensi che sia ineluttabile vero? Che sarà sempre così? Pensi che questa sceneggiatura ti sovrasti e che tu non possa apportare alcuna modifica..CHE INCUBO VERO?

Continua a leggere
Nuove scienze

Siamo macchine oppure creatori? Far lavorare il potenziale quantistico.

Amico/a del Nuovo Mondo ciao.

Con questo post voglio meglio spiegare quali siano i nostri limiti mentali, emotivi, fisici e in generale della personalità. Partiamo dal funzionamento del nostro cervello. Immagina che sin da piccoli in base agli imput dell’ambiente, dell’educazione e alle esperienze emotive il cervello crea dei reticoli di collegamenti neurali. Questi collegamenti ripetuti divengono degli strati consolidati di connessioni che implicano comportamenti praticamente automatici. Questo significa che basta una certa sollecitazione per attivare grappoli di collegamenti che attivano a loro volta delle sostanze ormonali che ci fanno sentire in un certo modo.

Continua a leggere
Spiritualità

La NEW AGE e i tempi “rapidi” di trasformazione

Amico e amica del Nuovo Mondo ciao. Con questo post voglio fare il punto su quello che oggi propone la spiritualità New Age in maniera allettante e quali conseguenze questo stia producendo nel percorso individuale di risveglio di coscienza. Per New Age intendiamo questo vasto movimento culturale che nasce tra gli anni sessante e settanta negli Stati Uniti. La New Age propone pratiche e concetti come la meditazione, il channeling, la reincarnazione, la cristalloterapia, la medicina olistica, l’ambientalismo e numerosi “misteri” di difficile interpretazione come gli UFO o i cerchi nel grano, o anche i bambini indaco. Un enorme calderone in cui si possono scegliere credenze e pratiche svariate.

Continua a leggere
Risveglio di coscienza

Meditazione sulla morte e l’arte di morire “bene”

Amico/a della Nuova era ciao.

Se si è nel percorso della Grande Opera prima o poi bisogna seriamente affrontare la questione della morte. Per un risvegliato e iniziato la morte occupa un ruolo centrale in quanto il primo obiettivo è riuscire a morire in vita. Le riflessioni sulla morte, le meditazioni, il significato esoterico e profondo della morte dovrebbero essere al centro dei nostri pensieri proprio durante le operazioni della GRANDE OPERA. Affrontando tutti i nostri fantasmi e le paure che ci assalgono. Nella nostra società occidentale l’idea della morte crea una reazione di rifiuto e orrore. Non è contemplabile, non può essere pronunciata la parola e si cercano parole sostitutive (è andato, è volato in cielo, non è più con noi). Io sarò molto più crudo e diretto. Perdonami ma è il modo credo più efficace per affrontare la questione.

Continua a leggere
1 2 3 4 17