Risveglio di coscienza Spiritualità

Voi chi dite che io sia? La voce del cuore o della mente..

0

Analizziamo insieme questa video-clip in cui Gesù chiede ai suoi discepoli: “Chi dite che io sia?”. Una domanda cruciale, determinante che lascia spiazzati i suoi seguaci. E’ la domanda che si sono posti per tanto tempo senza poter dare una risposta. Perché i dubbi sul Maestro hanno sempre agitato i loro cuori.

Guardiamo insieme il video con attenzione e poi passiamo ai commenti e alle analisi. ——-SEGUIMI———

 

La prima richiesta di Gesù è: “La Gente di Galilea chi dice che io sia?”. In questo caso i discepoli si sentono prodighi di risposte e ciascuno da la sua: “Dicono che tu sia Giovanni Battista redivivo, lo sanno che è morto..” Sembra quasi uno scherzo, sorridono mentre danno la risposta. La risposta è leggera perché raccontano le voci del popolo.

Gesù è serio e chiede con grande intensità proprio a loro chi pensano che lui sia e allora il silenzio piomba tra i discepoli gelati dalla domanda. Secondi pesanti di silenzio assoluto. Si fa avanti Pietro che quasi in trance risponde: “Io dico che tu sia il Messia, il figlio del Dio vivente“. E’ un momento di grande intensità. Gesù riconosce l’intensità e la verità della risposta di Pietro: “d’ora in poi sarai sempre trai beati”, “la risposta non te l’ha rivelata la carne o il sangue ma il Padre mio che è nei cieli”. Gesù vuole dire a Pietro che ha avuto una intuizione divina nel sentire chi veramente sia Gesù ed ha dato una risposta autentica (non ragionata).

A questa rivelazione succede una investitura con tanto di nome: “D’ora in poi ti chiamerò Pietro come la roccia”. Gesù riesce a vedere in Pietro colui che porterà avanti la sua grande impresa e lo chiama roccia per la sua affidabilità e concretezza. Sa che si può fidare perché Pietro parla attraverso il cuore.

 

Gesù lo abbraccia manifestando il suo intenso amore incondizionato. Pietro è imbarazzato per questo attestato di amore.  E sopra questa roccia, su questo fondamento di amore e fede,  poggeranno le fondamenta della “mia Chiesa” (il cristianesimo). Mia chiesa intesa come quello che ho pensato io (attraverso il Padre) che debba essere. “Le soglie dell’Inferno non prevarranno”: questa è una profezia, non sono semplici parole.  “A te do le chiavi del Regno dei cieli” ossia ti affido Pietro delle conoscenze fondamentali per il risveglio di coscienza dell’umanità.

Gesù infine si rivolge agli altri: “Pietro ha detto la verità, ora la conoscete”. Pietro ha parlato con il cuore per il tramite dell’energia divina quindi non sbaglia. Ha intuito ciò che è vero. Quindi tenetelo bene a mente. C’è un però: NON RIVELATELO perché il tempo non è venuto. L’umanità non sarebbe pronta a raccogliere queste indicazioni, sarebbero troppo forti.

Ancora Gesù: “un’altra ora vi chiama, quella di Gerusalemme” e Giuda infervorato: “Si Signore devi andare a Gerusalemme, la città intera ti aspetta! Tutti gli anziani di Israele ti vogliono acclamare e onorare”. Le parole di Giuda non nascono dal cuore ma dalla mente e Gesù lo sa bene e infatti così risponde tra le lacrime di dolore e commozione: “No Giuda, a Gerusalemme il figlio dell’uomo non sarà accettato dagli anziani e dagli scribi del tempio. Sarà invece condannato. Sarà consegnato nelle mani dei Pagani, che lo scherniranno, tormenteranno e poi lo uccideranno!”. Altra profezia di Gesù che vede e sa tutto ed è esattamente all’opposto di ciò che gli ha comunicato Giuda (che parla con la mente e non sa). I discepoli rimangono basiti, sgomenti! Inoltre Gesù profetizza la resurrezione dopo tre giorni! E qui c’è il momento di massima intensità del racconto.

E’ un passo di grandissima intensità, commovente fino alle lacrime.

Tu cosa ne pensi? Se ti è piaciuto il post perchè non condividi?

ATTENZIONE

Abbiamo pensato di portare un corso di un’intera giornata dedicato al linguaggio segreto dei Vangeli. Il corso si baserà su questa metodologia moderna (con la proiezione delle videoclip) e su un linguaggio fresco, attuale, svelato. E’ giunto il momento di avvicinarci ai Vangeli senza la frapposizione della religione e sentirli nel cuore in tutta la loro autenticità. Se vuoi saperne di più clicca qui: Come un seme di senape, corso basato sui Vangeli

Lascia un tuo commento

commenti

Lascia un tuo commento

Luigi Miano
Luigi Miano
Life e Spiritual Coach, ricercatore nel campo dell’evoluzione e della consapevolezza dell’essere umano. E’ impegnato da anni, nello studiare e mixare conoscenze di ogni epoca e provenienza e creare percorsi divulgativi e di liberazione interiore accessibili a chiunque. E' dotato di forte senso pratico e la sua missione è quella di fornire strumenti di applicazione quotidiana. Il suo è un linguaggio semplice, ricco di metafore ed accessibile a molti.
Potrebbero anche interessarti
DAL BOOM TECNOLOGICO AI CIRCOLI DEL DIALOGO
Come diventare un insegnante efficace (o un coach, scrittore, counselor): le 5 regole d’oro (+1)

Lascia un tuo commento

Il tuo Commento

Your Name*
Your Webpage

SCARICA GRATIS L'EBOOK
7 PASSI VERSO UN NUOVO MONDO

L' ebook che ti rivela gli unici segreti che devi conoscere per iniziare a costruire il tuo nuovo mondo sin da subito!

Digita la tua email
Digita il tuo nome
x