Risveglio di coscienza Sostenibilità

Come sopravvivere a un lavoro da schiavi, parte II

Come sopravvivere ad un lavoro da schiavi parte II
0

Bentrovato, come abbiamo visto nel primo post Come sopravvivere a un lavoro da schiavi parte I (lavoro da schiavi, parte I) , la situazione generale del lavoro in Italia (e forse nel mondo intero) è in una pesantissima destrutturazione. Naturalmente questa enorme crisi ormai decennale può essere vissuta come una perdita oppure come una enorme occasione per cambiare i nostri paradigmi. Dipende dal punto di vista che adottiamo che fa veramente la differenza. 

Ho terminato il primo post evidenziando le due categorie, a mio parere, che avranno un grande risalto nel prossimo futuro e che sono: gli artigiani e gli artisti. E con esse ho voluto comprendere molte categorie in quanto i concetti sono piuttosto ampi. Sarebbe stato inutile, a questo punto, fare un elenco puntuale di tutti i mestieri.

Entriamo nel dettaglio delle due categorie.

GLI ARTIGIANI

Per artigiani intendiamo tutti coloro che utilizzano il lavoro manuale per la creazione di oggetti, manufatti, che siano in grado di riparare o creare con le mani. Rientrano quindi in questa categoria: gli operai, i panettieri, gli idraulici, elettricisti, muratori, giardinieri, chimici etc..E’ una categoria molto vasta, che è stata tenuta sempre in secondo ordine nella nostra società italiana. Se andiamo a verificare l’andamento delle ultime riforme della scuola ci renderemo conto che i laboratori (negli istituti professionali) sono stati emarginati e declassati. Questo significa che negli ultimi 30 anni o forse più si è cercato di indirizzare la formazione verso una direzione teorica e molto poco pratica e non si è insegnato ad usare la manualità. Questo è un danno enorme. Ma questa categoria sarà un auge nei prossimi decenni e verrà riqualificata perché diverrà indispensabile. Aumenterà tantissimo il riparare, il fai da te, la sostenibilità in ogni settore. Chi saprà fare sarà al primo posto. Molto meno i mestieri ripetitivi, amministrativi e dirigenziali. Queste ultime categorie si estingueranno.

GLI ARTISTI

Ci sarà un’altra categoria che invece utilizzerà la propria mente o meglio il potere delle idee e delle intuizioni per rendere questo mondo sostenibili e migliore. Non parliamo di intellettuali ma artisti creativi connessi con le energie cosmiche e che conoscono la natura sapendosi connettere con essa. Una sorta di alchimisti/artisti. Questa sarà una categoria che non potrà mai essere soppiantata dalle macchine. Perché quello che sa fare un artista non lo potrà mai fare una macchina senz’anima. In ogni caso anche l’artigiano mette il cuore e l’anima nella sua produzione e non può essere sostituito nella sua creazione unica. Questi artisti saranno i grandi interpreti del movimento di cambiamento epocale a cui stiamo assistendo. Saranno coloro in grado di prevedere, intuire e saper guidare piccoli gruppi verso una transizione totale di vita, verso il nostro caro Nuovo Mondo.

Posso ritenere che le due categorie abbiano in qualche modo bisogno l’una dell’altra. In quanto occorrerà la visione, l’idea, l’intuizione ma anche la sua applicazione pratica, la realizzazione nella materia.

Penso che non basti sapere che ci saranno queste due grandi categorie emergenti per prepararsi ad affrontare un mondo del lavoro che si stacchi dalla schiavitù. Per quanto riguarda i lavori automatici, ripetitivi, noiosi essi saranno sostituiti o da macchinari a da uomini macchine pronti a tutto e sottopagati. Questi ultimi non mancheranno di certo viste le orde di disperati che ci sono ormai in tutto il mondo.

Naturalmente l’artista e l’artigiano non saranno disposti ad accettare lavori di questo genere e si distaccheranno dal lavoro tipicamente inteso. E questo sta già ampiamente avvenendo. L’artista e l’artigiano dovranno essere pronti a concepire e supportare una nuova forma di lavoro a carattere maggiormente comunitario. Il lavoro sarà inteso come una sorta di servizio a beneficio della collettività.

Quindi preparati, se vuoi uscire dal circolo vizioso della schiavitù, a pensare al lavoro sotto altri termini. Il lavoro sarà una produzione di un’opera che nasce dal cuore ed è per questo profondamente amata e che produce beneficio nell’atto stesso di essere prodotta. Non si può continuare a pensare ai badge, alle ferie pagate, alle pensioni, al datore di lavoro che ti controlla e qualcuno che ti dica sei bravo complimenti farai carriera. L’artista/artigiano avanzerà autonomamente perché sentirà lo scopo nella sua anima, sarà sensibile e consapevole. Egli saprà che sta facendo un lavoro su sé stesso mentre opera. E vede in  questo un beneficio nell’avanzare della coscienza collettiva.

Naturalmente per ottenere questo risultato importante bisogna aver fatto un grande lavoro interiore Come usare l’alchimia per gestire e trasformare le tue emozioni e aver lavorato sulla prosperità o senso di abbondanza interiore Ecco quali sono le regole della nuova prosperità Parte 1.

Penso che molte differenze cadranno. Non ci interesserà più parlare di dipendente, autonomo, imprenditore. L’economia non sarà più la stessa perché ormai è morta. Non saremo più interessati al consumo ma alla sostenibilità, al benessere e alla consapevolezza. Ci saranno due mercati: quello degli schiavi e quello dei risvegliati.

Qual’è il pericolo o i pericoli? Naturalmente gli attaccamenti al vecchio ed una propensione scadente ad accettare rivoluzioni paradigmatiche così potenti. Bisognerà in fretta affrontare e superare queste paure ancestrali. Le cose avanzano in maniera progressiva e la società sta profondamente mutando sia a causa di cambiamenti congeniti naturali o cambiamenti indotti (da chi vuole che le cose vadano verso una direzione tragica). Tutto è molto più veloce di quanto si possa pensare e non c’è molto tempo, anzi..Affrettiamoci a cambiare o verremo cambiati con le cattive.

A questo post ne seguirà un altro, per cui stai sempre connesso con noi mi raccomando. E ricordati sempre di condividere perché farai del bene a noi e al prossimo tuo..e lasciaci il tuo commento prezioso.

Grazie di cuore.

Lascia un tuo commento

commenti

Lascia un tuo commento

Luigi Miano
Luigi Miano
Life e Spiritual Coach, ricercatore nel campo dell’evoluzione e della consapevolezza dell’essere umano. E’ impegnato da anni, nello studiare e mixare conoscenze di ogni epoca e provenienza e creare percorsi divulgativi e di liberazione interiore accessibili a chiunque. E' dotato di forte senso pratico e la sua missione è quella di fornire strumenti di applicazione quotidiana. Il suo è un linguaggio semplice, ricco di metafore ed accessibile a molti.
Potrebbero anche interessarti
mondo_sostenibile_blog
Un mondo sostenibile è possibile? Secondo questa strana teoria si
Campi morfogenetici
I Campi Morfogenetici e le rivoluzioni sociali
SCARICA GRATIS L'EBOOK
7 PASSI VERSO UN NUOVO MONDO

L' ebook che ti rivela gli unici segreti che devi conoscere per iniziare a costruire il tuo nuovo mondo sin da subito!

Digita la tua email
Digita il tuo nome
x

SCARICA GRATIS L'EBOOK
7 PASSI VERSO UN NUOVO MONDO

L' ebook che ti rivela gli unici segreti che devi conoscere per iniziare a costruire il tuo nuovo mondo sin da subito!

Digita la tua email
Digita il tuo nome
x