Leadership ed Empowerment Risveglio di coscienza

Come diventare un insegnante efficace (o un coach, scrittore, counselor): le 5 regole d’oro (+1)

0

Ciao,
voglio scrivere di un tema che mi sta molto a cuore. Oggi osservo un’esplosione di insegnanti, scrittori, coach, counselor nel campo della crescita personale e della spiritualità. Sembra che ci sia un boom di vocazioni e il mercato della consapevolezza spirituale si è affollato prepotentemente! Insomma c’è tanta voglia di aiutare e darsi da fare per migliorare la situazione del mondo. Questo è bellissimo e apprezzabile. Questa situazione ha avuto parecchi punti favorevoli ma ha anche creato delle situazioni confuse e a volte incresciose.  Vediamo adesso quali sono i punti essenziali che un ottimo insegnante (o anche coach, counselor etc..) deve rispettare per potersi presentare davanti ad un pubblico con forza interiore.

Questo è solo il mio personalissimo punto di vista e quindi non prenderlo per oro colato e sopratutto sperimentalo prima di poterlo apprezzare.

Ecco i cinque punti essenziali dell’ottimo insegnante:

PRIMA REGOLA

Si è insegnanti e non si fa l’insegnante. Non si decide di punto in bianco di intraprendere questa strada complicatissima e ci si sveglia la mattina con un altro stato di coscienza. E si prende questa strada senza dubbi o esitazioni improvvisamente come un fulmine a ciel sereno. Non è una strada di scorta oppure una scelta dall’ego perché si diventa appariscenti e apprezzati. Non è il pubblico o il cliente che conta. Non è l’apprezzamento o la pacca sulla spalla..ma ciò che si sente dentro oltre tutte queste cose superflue.

SECONDA REGOLA

Non si può iniziare questo percorso con un’aspettativa talmente alta e irreale che ci sia un folto pubblico pronto ad aspettare i nostri servigi. Molte volte la distorsione egoica ci porta a sopravvalutarci e a pensarci molto oltre quello che effettivamente siamo. Per anni potremmo comunicare rivolti a nessuno e non avere un pubblico di riferimento. Non sarà mai tempo perso anzi un lavoro enorme fatto dentro di noi. E le sberle numerose che prenderemo serviranno a renderci umili, a sentire di essere soltanto uno strumento e nient’altro.

TERZA REGOLA

Se l’aspettativa è elevata e irreale sarà sicuramente delusa e mortificata. Ossia vi saranno una serie di eventi che ci rimanderanno un’altra realtà. Personalmente ho fatto corsi “adattandomi a tutte le situazioni”. Il mio ego è stato messo a dura prova! Ho imparato una lezione preziosissima: di concentrarmi sempre sul messaggio e sulla sua forza e di calibrare la comunicazione sui destinatari. Inoltre ho maturato la consapevolezza di avere sempre rispetto del pubblico, sempre! E di avere sempre rispetto di me stesso a prescindere..

QUARTA REGOLA

Questa è una delle regole più importanti che si possono imparare sul campo. Non avventurarti mai a parlare o scrivere di cose che non hai vissuto intensamente e che hai risolto e compreso. Non farlo perché il tuo pubblico potenziale se ne accorgerà e ti lascerà da solo/a.

Le persone hanno la sensibilità sufficiente per comprendere che chi scrive o parla può farlo oppure no. Racconta e comunica solo cose di cui sei certo e che hai verificato sul campo. La tua forza, il tuo carisma saliranno. Non si tratta di curriculum o semplice competenze. Si tratta invece di essere totalmente quel messaggio. Di incarnarlo, di sentirlo totalmente dentro. Da averci sbattuto talmente tanto la testa da averlo compreso totalmente.

Se invece ti avventurerai in territori inesplorati o sconosciuti sarà un’impresa destinata a fallire miseramente. Fai sempre attenzione a non sopravvalutarti o a sottovalutarti. Stai in una posizione di equilibrio.

QUINTA REGOLA

Questa è la più dura! Tutto ciò che scrivi, dici, comunichi durante i corsi deve essere un marchio indelebile sul tuo cuore. Spiego meglio: quello che divulghi sei tu, è la tua vita e non un alter ego. Non puoi dissociarti tra il ruolo dell’insegnante oppure del coach o scrittore. Non è una maschera di carnevale. Sei tu nella tua essenza, integrità e coerenza.

Non si può andare a parlare di perdono se non si è capaci di perdonare i propri genitori o il vicino di casa. Non si può parlare di leadership quando nessuno ti rispetta. Oppure di alchimia quando si hanno più problemi interiori di chiunque altro oppure si è in cura dallo psichiatra. Oppure di gratitudine quando non si è in grado di sentire quando poter essere grati per ciò che si riceve. Questa è la regola più importante. Se tu andrai in giro a divulgare informazioni che non rispetti nella vita di tutti i giorni accadrà che prima o poi sarai attaccato sui punti deboli e sulla tua mancanza di integrità. E allora quando ti attaccheranno non avrai la forza necessaria per poter portare avanti comunque le tue idee e allora sarai costretto a fuggire.

Su questo punto ti invito a riflettere e a essere onesto/a. Fai un esame di ciò che sei e ciò di cui parli.

REGOLA SUPPLEMENTARE POTENTISSIMA (+1)

Non crearti un personaggio per poter ottenere visibilità! Non crearti un personaggio che superi di molto ciò che sei realmente. Non giocare al guru quando stai lottando con le tue ferite da rifiuto e cerchi di stare a galla e sopravvivere. Se continuerai a coltivare questo grande personaggio che potrà anche fornirti visibilità sarai costretto a nasconderti dietro di esso. Tu non ci sarai mai ma ci sarà Lui, con il suo enorme ego! Il personaggio si prenderà la scena e ti scalzerà, diverrà il vero tiranno della tua intera esistenza. Allora non sarai mai comodo, rilassato, a tuo agio. Scapperai sempre per il terrore di essere scoperto nella tua misera condizione umana. Torna indietro, lascia il personaggio se fai ancora in tempo e rivelati per quello che sei oggi anche nelle tue miserie! Siamo esseri umani con tutte le debolezze del caso. Ma queste debolezze e la tua autenticità saranno la vera forza! Con il tempo diverrai inarrestabile e le persone sentiranno questa enorme energia che sei in grado di sprigionare. Ma dovrai partire dal basso per poter arrivare in alto!

Ultima indicazione e non ne faccio una regola a parte ma direi generale, una sorta di massima che ti segua sempre: usa sempre il tuo cuore e la tua anima e distaccati da ciò che ti suggerisce la personalità e l’ego. Senti ciò che è giusto per la tua essenza e che nasca dal tuo profondo!

Ti chiedo di riflettere su queste regole che nella mia vita hanno fatto realmente la differenza e sono i miei punti di riferimento. E se ti è piaciuto questo post condividilo e renderai servizio a te stesso e al prossimo.

Grazie.

Lascia un tuo commento

commenti

Lascia un tuo commento

Luigi Miano
Luigi Miano
Life e Spiritual Coach, ricercatore nel campo dell’evoluzione e della consapevolezza dell’essere umano. E’ impegnato da anni, nello studiare e mixare conoscenze di ogni epoca e provenienza e creare percorsi divulgativi e di liberazione interiore accessibili a chiunque. E' dotato di forte senso pratico e la sua missione è quella di fornire strumenti di applicazione quotidiana. Il suo è un linguaggio semplice, ricco di metafore ed accessibile a molti.
Potrebbero anche interessarti
COME FUNZIONA VERAMENTE L’ALCHIMIA? ALCUNI SEGRETI..
COME MANTENERE LA CENTRATURA IN TEMPI DI CAOS

Lascia un tuo commento

Il tuo Commento

Your Name*
Your Webpage

SCARICA GRATIS L'EBOOK
7 PASSI VERSO UN NUOVO MONDO

L' ebook che ti rivela gli unici segreti che devi conoscere per iniziare a costruire il tuo nuovo mondo sin da subito!

Digita la tua email
Digita il tuo nome
x